Un porto tra modernità e tradizioni

Nel XVIII secolo, Sainte-Maxime era un modesto porto che permetteva il carico di merce proveniente dalla foresta dei Maures.

Del commercio al porticciolo, la storia di un luogo emblematico.


Vino, olio, sughero, legno, semi e ortaggi erano messi a bordo di tartan, imbarcazioni in grado di trasportare merci da un porto al altro, a costo ridotto. Alla fine degli anni ‘30, il porto commerciale lascia il posto al porto turistico.

Ingrandito nel 1972, il porto di Sainte-Maxime può ospitare oggi imbarcazioni da 5 a 25 metri e annovera 800 attracchi. Vero e proprio luogo animato e pieno di
vita, il porto di Sainte-Maxime è il Regno degli amanti della vela. La sua capitaneria,
la cui architettura evoca la sagoma di una nave e il suo quai Léon Condroyer, ristrutturato interamente nel 2013, dispongono di una serie di servizi in grado di soddisfare i proprietari d’imbarcazioni.



Il Capitainerie ed i suoi servizi

Il porto da diporto ed il suo Capitainerie vi accolgono tutto l’anno e vi propongono di numerosi servizi: acqua, elettricità, lavabiancheria, docce, locazione degli anelli... Una stazione d’approvvigionamento vi rilascia il carburante per le barche 24h /24.






Iinformazioni :

Capitainerie - Porto Pubblico
Quai Léon Condroyer
83120 Sainte-Maxime
Tél.: (+33) 04 94 96 74 25
Email: semaport@sema83.fr

Lungofiume di accoglienza all’entrata del porto.



Porto Privato -> Più di informazione qui
Quai Léon Condroyer
Tél. : (+33) 04 94 96 05 12
Mail : portprive.stemaxime@orange.fr
www.portmaxime.com